Pane ai 7 cereali

 

Il pane ai 7 cereali è composto da: sesamo, farro, miglio, orzo, avena, lino, segale. Ognuno di essi apporta un notevole beneficio al nostro organismo.

Il prodotto è studiato per coloro che riscontrano problematiche digestive, cardiovascolari, energetiche o intestinali.

Ma le ottime proprietà dei cereali, scelti per la produzione del nostro pane o dei nostri grissini,  non finiscono qui.

Vediamo di seguito le più importanti e i benefici che apportano al nostro organismo.

 

Sesamo

  • - 100 grammi di semi di sesamo contengono infatti dagli 800 ai 1000 milligrammi di calcio. Nella stessa quantità di semi di sesamo sono presenti circa 470 mg di fosforo, 815 mg di magnesio e 20,1 mg di ferro, oltre al 18,7% di proteine;
  • Fonte di manganese, zinco e selenio. Ricco di acidi oleici, che contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue e ad incrementare la presenza di colesterolo "buono" HDL;
  • Proprietà antiossidanti e anticancro. Essi inibirebbero lo sviluppo del cancro al colon, per via del loro contenuto di acido fitico. Il loro contenuto di lignani permette il controllo della pressione sanguigna, con effetti anti-ipertensivi. Il consumo di semi di sesamo può contribuire a prevenire la formazione di placche sulle pareti delle arterie;
  • Benefico per le ossa, migliora le funzioni del fegato, è efficace nella rimozione dei vermi intestinali, riduce i reumatismi e i dolori articolari, stimola la circolazione e contribuisce a migliorare la digestione.
  •  

    Farro

  • Presenta il maggior contenuto proteico rispetto ad altre tipologie di frumento. Si tratta di un cereale ricco di vitamine e di sali minerali, ma povero di grassi;
  • Aiuta a favorire il transito intestinale e a proteggere la salute dell'intestino, contribuendo all'eliminazione delle scorie;
  • Apporto di vitamine del gruppo B e di proteine attraverso l'alimentazione quotidiana. Nel farro troviamo tiamina, nacina e riboflavina. Tra i sali minerali maggiormente presenti troviamo fosforo, potassio e magnesio. Per quanto riguarda le vitamine, l'attenzione è rivolta soprattutto a vitamina A, B2 e B3;
  • Elevata digeribilità rispetto al grano duro e al grano tenero. Chi soffre di stitichezza può trarre beneficio dalle proprietà lassative di questo antico cereale. Il farro può essere utile per proteggere l'apparato digerente da malattie come le gastriti e da disturbi come il ristagno della bile nell'intestino;
  • Consigliato nelle diete dimagranti.
  • Riduzione del rischio di aterosclerosi.  Il contenuto di niacina contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo LDL e il rischio cardiovascolare. Il consumo di farro è considerato utile per ridurre il rischio di diabete di tipo 2. Il suo elevato contenuto di fibre e di elementi nutritivi benefici contribuisce alla prevenzione di insulino-resistenza, ischemie e obesità.
  •  

    Miglio

  • Privo di glutine, quindi ottimo alimento per i celiaci;
  • Ricco di amido, ma anche di minerali importanti come il ferro, il magnesio, il fosforo ed il silicio. Ricco inoltre di vitamine del gruppo A e B è un ottimo prodotto di bellezza per pelle, capelli e unghie che ne traggono grande giovamento, infatti, nelle popolazioni che ne fanno un largo uso, gli uomini e le donne hanno capelli lucenti ed unghie forti e resistenti;
  • Ricco di colina e lecitina. Indicato nell’infanzia, per le donne in gravidanza, utile nel prevenire gli aborti spontanei e per le persone che soffrono di acidità di stomaco poiché è l’unico cereale alcalinizzante e di facile digestione. Utile anche in tutti i soggetti con problematiche legate alla milza ed al pancreas;
  • Ottimo ricostituente ed energizzante naturale, utile in caso di stress, stanchezza, convalescenza, e astenici.
  •  

    Orzo

  • Agisce come antinfiammatorio ed emolliente, in grado di alleviare il fastidio gastrico e rilassare le pareti intestinali; è utile, inoltre, per alleviare le turbe pancreatiche e biliari, oltre ad esercitare un'azione benefica contro le infezioni della mucosa intestinale;
  • Ottimo regolatore della funzionalità intestinale, particolarmente indicato in caso di stipsi ed intestino pigro (proprietà lassative-stimolanti);
  • Allevia le infiammazioni del cavo orale. Indicato per favorire la digestione nei bambini, negli anziani e nei soggetti che soffrono di dispepsia (proprietà digestive); in modo analogo, il decotto d'orzo è indicato per gli stati di convalescenza e debolezza fisica;
  • Azione mineralizzante; il fosforo, inoltre, stimola le capacità intellettive, agendo in sinergia con potassio, magnesio, ferro e calcio, mentre il silicio esercita una blanda attività sedativa.
  • Buon rimineralizzante delle ossa;
  • Consigliato alle donne che allattano al seno, per le sue capacità galattogene, utili, quindi, per favorire la produzione di latte grazie alla regolazione della produzione di estrogeni;
  • Inibisce la sintesi di colesterolo cattivo da parte del fegato, esercitando perciò le loro proprietà ipocolesterolemizzanti.
  •  

    Avena

  • Mantiene sotto controllo il peso corporeo. Infatti, dopo che consumiamo questo cereale, rimane a lungo un senso di sazietà e questo sicuramente è un vantaggio per chi segue una dieta;
  • Contiene molte vitamine del gruppo B, enzimi, sali minerali, come calcio e fosforo, oligoelementi e l’avenina, una sostanza che riesce a tonificare, a fornire molta energia e a mantenere in equilibrio il sistema nervoso;
  • E’ facilmente digeribile, proprio per questo è indicata anche per chi soffre di gastrite o di colite;
  • Ottima anche per chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine. L’avena contiene molte fibre, per questo permette al nostro intestino di funzionare al meglio;
  • Riduce il colesterolo;
  • Proprietà antinfiammatorie che riescono a proteggere dai tumori, perché impediscono lo sviluppo delle cellule cancerose;
  • Ricca di aminoacidi.
  •  

    Lino

  • Ricco di omega3 che proteggono l'organismo dall'insorgere di malattie che interessano l'apparato circolatorio e si sono rivelati utili nel trattamento di patologie come l'ipertensione e l'osteoporosi. Il consumo dei semi di lino, anche per questo motivo, è particolarmente consigliato alle donne che si rivelano maggiormente soggette all'osteoporosi durante la menopausa;
  • Migliora le funzioni digestive;
  • Prevenzione le patologie a carico dell'apparato cardiovascolare;
  • Contiene sali minerali preziosi, come manganese, fosforo, rame e magnesio, oltre che proteine e vitamine del gruppo B;
  • Le proprietà emollienti dei semi di lino si rivolgono oltre che all'intestino, all'apparato urinario, rendendoli utili nel caso in cui si soffra di cistite. Il lino stimola il sistema immunitario, aiuta l'organismo ad attivare i propri processi depurativi e favorisce la regolarità intestinale.
  •  

    Segale

  • Ricco di fattori nutrienti, è consigliato agli astenici, ai convalescenti ed è indicato anche a coloro che soffrono di lieve depressione in seguito a stress psico-fisici.
  • È  ricco di sali minerali come fosforo, potassio, magnesio e calcio e numerose vitamine specialmente quelle del gruppo B.
  • E’ molto energetico dato l’alto contenuto di fibre.
  • Ottimo nel favorire la peristalsi intestinale;
  • Esercita un certo controllo sull’assorbimento degli zuccheri (rallentando le oscillazioni della glicemia utile specialmente per chi soffre di diabete);
  • Facilitare il senso di sazietà;
  • Nutre la microflora intestinale.
  • Azione antiarteriosclerotica e protettrice dei vasi sanguigni;
  • Contiene l’aminoacido lisina indispensabile per garantire l’elasticità delle pareti dei vasi arteriosi.
  •  

    Dolce

    Pane

    Pizza

    Salato